Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Foto

Wahington Vuole Controllare Tutte Le Chat


  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 ReDirEct_y3K

ReDirEct_y3K

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 79 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 11:37

Questa news non è proprio fresca fresca ma mi sebmrava il caso di segnalarla...
risale a l'altro ieri ma la scrivo perchè cmq vorrei sapere voi di tweakness.net che ne pensate...

La fonte e tgcom.it

Ebbene si... una nuova arma contro i terroristi quella che wasinghton vuole creare... l'idea, finanziata dalla National Science Foundation americana che ha già messo a disposizione cica 160Mila dollari, e guidata dal Prof. Bulent Yemer, è quella sviluppare un mega sistema informatico capace di tracciare il traffico dei post nelle chat pubbliche, al fine di scoprire eventuali conversazioni criminali.

E come poter riuscire in questa impresa? Secondo i ricercatori è possibile applicare alcuni modelli matematici e statistici che saranno in grado di individuare i "ritmi" degli interventi, i tempi di risposta, il modo in cui i diversi utenti con i diversi nickname intervengono nelle chat, andando a caccia di parole chiave o in codice, identificando quindi tra tonnellate di materiale soltanto ciò che potrebbe nascondere un problema di sicurezza nazionale.

In effetti, secondo lo studio del Pew Internet & American Life Project, solo in america almeno 28milioni di persone hanno utilizzato almeno una volta un sistema di chat. Sitema che può essere di tipo Irc, oppure java, giusto per farvi capire qunti svariati sistemi di chat esistano sulla faccia della terra :P....

Per ovviare al problema, lo studio di questo progetto, si baserà sulla creazione di un modello capace di lasciar perdere tutto ciò che è "rumore", ossia non interessante ai fini di indagine, andando a pescare solo ciò che serve.

"Per noi - ha spiegato Yener - la sfida è riuscire a determinare, senza dover leggere i messaggi, chi sta parlando a chi."

Nonostante queste confortanti parole, le critiche e le polemiche da parte di chi sostiene il diritto alla privacy non sono mancate. Yener specifica che le uniche che verrebero monitorate sarebbero le chat pubbliche, nelle quali, il mega cervellone non farà nient'altro che partecipare come fosse un utente comune.

Secondo alcuni il sistemone potrebbe rivelarsi assai utile, qualora davvero raggiungesse i suoi obiettivi e venisse impiegato ampiamente, non solo per la prevenzione antiterroristica - gli esperti sono persino divisi sulla possibilità che le organizzazioni del terrore usino effettivamente le chat - ma anche per la lotta alla diffusione di pornografia infantile su internet. Sono molte, e certo non solo negli USA, le azioni di monitoraggio sulle chat condotte dai cybercop di diversi paesi proprio a questo fine, naturalmente con tutti i limiti di un'osservazione "umana" e non "informatica".

#2 netquik

netquik

    Tweakness Admin

  • Admin
  • 3827 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 01:24

mmm...

sì lo avavo letto... ma sinceramente mi sembra una cavolata...

chi decide poi se l'algoritmo funziona senza intaccare la privacy?

loro stessi?

mmmm.... :ph34r:

#3 ReDirEct_y3K

ReDirEct_y3K

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 79 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 02:14

Ma secondo voi è da + inteligenti pensare alla propria privacy o alla gente che muore in iraq?
E' anche verò che per testare gli algoritmi bisognerà invadere la privacy per circa un anno (come diceva l'articolo)...
A me sinceramente non me ne frega un tubo se quelli leggono cosa dico... soprattutto se sono consapevole che lo fanno.. c'è una bella differenza tra leggere quello che dico in un canale pubblico e spiarmi dalla finestra mentre mi faccio una doccia... che dite?

#4 netquik

netquik

    Tweakness Admin

  • Admin
  • 3827 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 02:20

bhè sono d'accordo...

ma questo può vaelre per te o per me...

non è detto che valga per tutti...

è una questione spinosa..
e se devo essere sincero sono sicuro che già esiste qualcosa del genere...

poi non c'è un piccolo particolare...

metti e il codice viene rubato (come aviene spesso)

che succederebbe?

#5 ReDirEct_y3K

ReDirEct_y3K

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 79 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 02:45

hehehe... allora qui entriamo proprio nell'ambito piratesco.. in effetti si..
può capitare che il codice venga rubato o usato a scopi ben diversi da quelli per cui è predisposto....
questo si che sarà un probelma per la privacy... ma purtroppo questo è quello che accade ai giorni nostri e noi non possiamo farci niente... l'unica cosa da fare sarebbe incrociare le dita... e permettetemi di dire che cmq chiunque potesse anche lontanamente pensare di rubare un codice del genere non solo sarebbe un grande uomo di m***a... ma si giocherebbe anche la sua dignità... non capisce che è un proggetto per il bene della comunità MONDIALE... purtroppo non possiamo farci niente... nn oso pensare se questo progetto potesse cadere nelle mani di qualche terrorista cosa succederebbe...
Questo situazione non rientra, secondo me, nemmeno nell'ambito del problema privacyma credo rientri in qualcosa molto + pericoloso...
a voi il resto

bye

#6 ReDirEct_y3K

ReDirEct_y3K

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 79 messaggi

Inviato 15 ottobre 2004 - 02:48

beh... dire incrociare le dita è un pò hegeliano...
in effetti ci troveremmo di fronte ad una scelta abbastanza delicata..
metterci nella posizione di essere daccordo e di non essere d'accordo...
come prendere una posizione?
Se il progetto si attua può essere sia molto costruttivo che altamente distruttivo... se non dovesse essere terminato la lotta al terrorismo continuerà ad essere ancora poco finalizzante...
brutta storia...
voi da che parte state?
Io non lo so... :unsure:




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi