Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Foto

Windows XP: Chiarimenti su Fine Lifecycle


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 dzrzrd

dzrzrd

    Advanced Member

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 348 messaggi

Inviato 16 gennaio 2008 - 12:22

Commenti alla notizia: Windows XP: Chiarimenti su Fine Lifecycle

======================================

Ciao Netquik

Se non ho capito male, per l'utente domestico legale con XP l'ultimo aggiornamento sarà entro Aprile 2009 dopo SP3 quest'anno.
Poi basta.
Per chi paga, invece il supporto sarà fino al 2014. (Quanto costa al privato?)
Ma se dal 2004 al 2008 hanno fanno solo un SP3...
Potrebbe essere che:
Sarà 2011---------> SP4
E poi 2014---------> SP5?

Che ne dici?
Ciao
dzrzrd

#2 netquik

netquik

    Tweakness Admin

  • Admin
  • 3827 messaggi

Inviato 16 gennaio 2008 - 03:23

SP3 sarà l'ultimo pacchetto di aggiornamento per XP...

passare a Vista... questo è il motto...

#3 dzrzrd

dzrzrd

    Advanced Member

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 348 messaggi

Inviato 16 gennaio 2008 - 11:31

Ciao Netquik,

In sto periodo ho approfondito di + il discorso Vista 32 bit o Vista 64 bit.

Quello che sono riuscito a capire è che, in ogni caso è una bella sola legalizzata sto Vista. Mi spiego meglio:

Cosa se ne fa un utente domestico al momento di Vista a 64 bit se non ci sono driver, programmi e giochi programmati per funzionare a 64 bit? Niente o davvero poco.

Allora che fa? Acquista Vista a 32 bit. Ma quale versione? Diciamo pure che acquista la Ultimate, perché ha gli extra, e ha pure il sistema di back-up. Ma costa 600 euro o poco meno... Mica male no?

Peccato che già si cominciano a vedere le prime pubblicità di software realizzati a 64 bit o definiti anche 64bit ready.

Ma cosa significherà mai? Presto detto: funzioneranno bene su Vista a 64 bit e alla metà o per niente su quello a 32 bit.

A questo punto si presenta di nuovo la situazione del tuo motto ... Passare a Vista ... ma a 64 bit...

Peccato che costi altri 600 euro...

Ecco perché sono contento di sapere che ancora per un po' potro usare il mio beneamato XP con altri aggiornamenti.

A, ti faccio un esepio che esula da Vista e XP e parla di Leopard:
Pochi sanno che Leopard è a 64bit, stop.
Ho un'amico che fa composizione musicale e ha uno studio di registrazione con decine di programmi acquistati per decine di migliaia di euro che ha acquistato recentemente un MAC con CPU Intel Core2Duo.
Peccato che tutte le macchine Apple con C2D hanno preinstallato Leopard e si rifiutano di accettare il vecchio Tiger e appare un messaggino che dice impossibile eseguire un software a 32 bit su macchina a 64 bit o simile.
Peccato che attualmente di tutti quei software professionali di registrazione, non ce ne sia uno programmato per i 64 bit.

Credo che la sola più gigante di questo periodo informatico sia la confusione e l'ignoranza e la mancanza di comunicazione dei media specializzati (riviste, portali, forum) verso utenti domestici e professionisti che non sanno la differenza tra 32bit e 64bit.

Chi acquista Vista a 32bit con gli occhi bendati o non sa quello che fa, o ha i soldi da buttare o non ha alternative.

Che senso ha acquistare un SO a 32bit già disponibile anche a 64bit in un periodo di transizione tecnologica e informatica di questo livello e portata?
Non è meglio ammortizzare ancora per un po' XP in attesa di una transizione completa o avviata?
Che ne dici?
dzrzrd

PS: Ricordo che in uno dei post dell'utente Matto, mesi fa egli stesso aveva lasciato intendere una possibile "sola" nei confronti dei 64 bit e già all'epoca aveva ragione. Finché non si vedranno vere applicazioni che gireranno per l'utente domestico a 64 bit, non ci sarà alcun motivo valido per acquistare Vista, se non quello di giocherellare con un nuovo SO su cui non si può installare niente di niente.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi